Per Carbossiterapia si intende l'utilizzo di Anidride Carbonica (CO2) a scopo terapeutico. E' una metodica assolutamente sicura che già nel 1932, in Francia, veniva utilizzata per la cura delle vasculopatie periferiche.

Con un sottile ago, la CO2 viene inoculata per via intradermica o sottocutanea. Approfonditi studi hanno dimostrato che questo gas é un importante mediatore locale della circolazione e che un suo aumento nei tessuti induce effetti benefici sul microcircolo; l'efficacia consiste nel favorire la cessione dell'ossigeno alle cellule tessutali da parte dell'emoglobina, nel riaprire per effetto meccanico i capillari chiusi e nel riattivare quelli mal funzionanti.

Sul tessuto adiposo la CO2 è in grado di "rompere" la parete delle cellule riducendo così il volume delle zone trattate.

Nel trattamento anti-aging del viso e del décolletté si è istologicamente accertato un aumento dello spessore del derma e obiettivamente osservato un miglioramento dell'elasticità dei tessuti.

La Carbossiterapia, grazie alle proprietà descritte, viene impiegata in numerosi trattamenti:

- Ringiovanimento dei tessuti

- Riduzione pannicoli adiposi

- Cellulite

- Capillari del viso e del corpo

- Diradamento dei capelli

- Lassità cutanea

- Smagliature

- Cicatrici

- Ulcere cutanee

- Psoriasi

- ...

Spesso a questa metodica si associano altre procedure che consentono di ottenere un aumento dell'efficacia.

Per ottenere un risultato soddisfacente sarà necessario sottoporsi ad un ciclo di trattamenti, il cui numero di sedute sarà da definirsi di caso in caso.

 

-

 

 

 

© 2017 Simischool. All Rights Reserved. Designed By WarpTheme